Chievo, Mele: “La classifica non rispecchia il nostro potenziale, ora obiettivo salvezza”


Difensore classe 2002 del Chievo Verona Women, Chiara Mele si è raccontata sulle pagine di Tuttocampo, parlando delle difficoltà che la squadra gialloblù sta attraversando in questa stagione e dei suoi idoli a livello calcistico. Queste le sue considerazioni:

L’obiettivo stagionale è la salvezza. Non nego che questo sia un momento difficile per la squadra, soprattutto perché conosciamo il nostro potenziale e la classifica non ci rispecchia, come si è visto bene a Pomigliano, ma purtroppo o per fortuna il campionato si fa sempre più competitivo e si deve combattere ogni partita per guadagnare più punti possibili.

Cerco sempre di prendere spunto dalle mie compagne più esperte. Hanno tutte tanta tenacia, ma in particolare all’interno del mio club cerco di prendere spunto dalla voglia di migliorarsi ogni giorno di Valentina Boni, vorrei essere costante mentalmente come lei e poi va beh, in campo è un fenomeno! In generale in Italia mi piace molto il modo di giocare di Elisa Bartoli.

Il lockdown è stato un momento tragico penso per tutti, a livello mondiale. Di sicuro non ci ha aiutato né a livello fisico né a livello mentale. Secondo me il calcio prima di tutto è gruppo, è una squadra dove ci diamo la carica a vicenda per continuare a correre e dare il massimo. E dove non arriva una va l’altra. Allenarsi da sola a casa è stato molto difficile soprattutto mentalmente, però la voglia di entrare in campo c’era sempre e quindi ho cercato di mantenermi il più possibile in forma.

Dentro al campo sono più istintiva rispetto alla vita quotidiana, viene fuori il mio lato più determinato e grintoso. Fuori sono una persona abbastanza tranquilla e nel tempo libero mi piace guardare delle Serie Tv oppure uscire con gli amici.”