News

Chievo, Bettineschi: “La nostra partenza mi soddisfa in parte, potevamo fare di più ma abbiamo ampio margine per recuperare”

10 Novembre 2022 - 15:00


Giorgia Bettineschi, estremo difensore del Chievo Women, ha parlato sulle colonne di Calcio Femminile Italiano analizzando l’avvio di stagione della compagine gialloblù e soffermandosi poi su quelli che sono i suoi obiettivi stagionali. Queste le dichiarazioni dell’ex Brescia e Como:

“Il Chievo è una società che ho sempre ammirato, per la storia ma soprattutto per la serietà e per l’idea di gioco. Quest’estate quando ho ricevuto la loro telefonata piena di entusiasmo e non ho potuto dire di no. Ad oggi per come mi sto trovando posso dire con certezza che non avrei potuto fare scelta migliore. Mi hanno fatto sentire in famiglia sin dal primo giorno.”

“La nostra partenza mi soddisfa in parte. Sicuramente potevamo fare di più. Abbiamo regalato qualche punticino qua e là, ma diciamo che essendo all’inizio abbiamo ampio margine per recuperare.”

“In Serie B mi sembra che ogni anno il livello si alzi sempre di più e sempre più squadre stiano crescendo sotto tutti i punti di vista. A differenza delle altre categorie, credo che sia il campionato più equilibrato.”

“Cosa penso del Como, mia ex squadra? Anche la Serie A ha alzato l’asticella e per di più con questo nuovo format tutto può succedere. Da neopromossa in queste prime partite ha sofferto, ma i tre punti conquistati di recente hanno dato sicuramente energia al gruppo.”

“Il professionismo imposto quest’anno favorisce in parte l’espansione. Sicuramente dà più visibilità alle squadre blasonate, ma dall’altra parte sfavorisce le realtà minori. Questo è il primo anno e serve un po’ da test, ma in futuro spero che modifichino alcune cose. In primis portando il professionismo anche in Serie B.”

“Ho diversi obbiettivi in testa e spero che a fine anno si realizzino. Diciamo che però fino a maggio, i sogni li tengo nel cassetto, poi vedremo. Vorrei dire alle mie compagne che è ora di prendere quel che ci meritiamo, per poi sorridere di nuovo INSIEME!”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *