Chievo, Ardito: “Questa è la squadra che conosco, ora testa all’Orobica”


Grande vittoria per 3-1 del Chievo Verona contro la capolista Pomigliano. Tre punti che tengono ancorati le gialloblù alla corsa salvezza, con un importante scontro diretto da giocare nel prossimo turno contro l’Orobica. Al termine del match, mister Michele Ardito ha analizzato la sfida facendo i complimenti alle proprie ragazze. Queste le sue parole:

Ringrazio il mio staff. Questa settimana gli ho chiesto una grandissima attenzione a curare i dettagli e hanno risposto presente. In queste situazioni così positive la faccia la metto io, ma loro stanno lavorando in modo esemplare. Abbiamo preparato bene la gara in settimana, sapevamo che non eravamo la squadra che aveva giocato contro il Brescia e col Pomigliano l’abbiamo dimostrato.”

Quando si perde male è giusto riconoscere che l’avversario ha meritato. Il mio rimprovero scorsa settimana è stato perché so che questa squadra può fare queste prestazioni. L’avevamo fatte anche a Cesena e Ravenna, questa è la squadra che conosco, che ho visto e che deve cercare ogni gara di applicare questa determinazione.

Abbiamo preparato tatticamente alcune cose che si sono viste. Abbiamo chiesto una linea difensiva a 5 per assorbire bene la loro esterna Dodds molto brava. Vorrei fare i complimenti perché quelle che sono entrate a sostituire chi era fuori hanno dato il 200%. Abbiamo preparato la gara coprendo le fasce e ripartendo forti.

Avevamo preparato la partita per andare sul 2 contro 1 con Dodds e non dimenticherei la prestazione di Distefano che ha speso tanto. Chiara Mele ha lavorato questa settimana bene ed è giusto premiarla. La rosa di questa squadra dimostra che ci siamo e possiamo permetterci il lusso di sostituire quelle che non sono in condizione.

Quando vieni a giocare contro la prima in classifica è chiaro che c’è rispetto per l’avversario e la partita si prepara da sola. L’errore che non dobbiamo fare adesso è giocare contro l’Orobica, che è una squadra che sta combattendo per uscire da questa classifica, e pensare che la partita sia già vinta, perché dovremo fare ancora meglio di quanto fatto stavolta. Questi erano 3 punti fondamentali e ora ci prepareremo forte per le prossime.”