News

Chieti, Russo: “Dobbiamo ritrovare la coesione del gruppo, crediamo meno nei nostri mezzi”

5 Aprile 2022 - 11:00


Maria Rosaria Russo, giocatrice del Chieti Femminile, ha commentato sui canali ufficiali del club il pareggio per 1-1 arrivato nel weekend contro il Crotone. Un risultato che ha permesso cosi all’Apulia Trani di raggiungere in vetta alla classifica del Girone C della Serie C proprio le neroverdi. Queste le dichiarazioni della calciatrice:

“Siamo partite col piglio giusto nei primi minuti segnando subito, poi abbiamo sofferto la loro pressione e siamo state poco decise noi a concludere al meglio le non numerose occasioni nitide che ci si sono presentate per segnare altri gol e magari chiudere la partita. In un momento difficile come questo che stiamo attraversando dobbiamo ricompattarci come gruppo e ripartire insieme da squadra combattendo come avevamo fatto sin dalla prima giornata. Si deve ritrovare la coesione del gruppo. Non stiamo riuscendo a reagire alle difficoltà come invece facevamo in altre occasioni.”

“Domenica scorsa eravamo più convinte di vincere, contro il Crotone invece abbiamo forse avuto più paura. In un campionato così lungo non è facile mantenere sempre alta la concentrazione, non ci sono state tante soste, poi c’è stato il ritiro dell’Aprilia. Ci sta mancando anche quel tocco di fortuna che di solito aiuta gli audaci. Siamo un po’ calate e crediamo di meno nei nostri mezzi, mentre all’inizio, di vittoria in vittoria, avevamo sempre più fame scendendo in campo sapendo che potevamo vincere. Le vittorie, come si dice, portano sempre vittorie. Si esce da questa piccola crisi con la fiducia nelle compagne, nel mister e con la fiducia del mister stesso in noi che non è mai mancata.”

“Dobbiamo guardare il nostro percorso senza gettare un occhio a quello dell’Apulia anche se loro ci hanno agguantato. È pur vero che anche loro sono umane e, come noi abbiamo avuto questo piccolo momento difficile, potranno sbagliare. C’è da dire che forse il calendario dell’Apulia è cambiato in corsa, poi contro di noi tutte le squadre giocano facendo la partita della vita. In questo momento più che guardare contro chi giochiamo noi e contro chi lo fanno loro, noi dobbiamo pensare a ritrovare la fiducia in noi stesse come ho detto.”

“Allo stesso tempo penso che possiamo farci male noi da sole come lo possono fare loro. Sarà dunque una lotta a chi riuscirà a mantenere alta la concentrazione fino alla fine. Si dovrà far fronte all’idea di sbagliare. Nell’ultimo periodo siamo state un po’ altalenanti, domenica scorsa avevamo un avversario più tranquillo e quindi la potevamo gestire bene a livello mentale, il Crotone invece ha giocato veramente come se fosse la partita della vita visto che a fine partita hanno esultato come se avessero vinto il campionato.”

“Un po’ anche il fattore campo domenica scorsa con il nostro pubblico davanti e anche che venivamo dalla bella vittoria di Lecce ci ha aiutato a vincere una partita che si era fatta complicata contro la Roma Decimoquarto. Con il Crotone invece un po’ le scorie della vittoria sofferta, ma anche il viaggio lungo per una trasferta impegnativa hanno influito. Domenica prossima giocheremo con il Catania, ora non dobbiamo guardare chi è l’avversario di turno, ma abbiamo solo bisogno di unirci più che mai e giocare contro la paura stessa di perdere, dobbiamo lavorare solo su noi stesse.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *