News

Caso Hamraoui, la giocatrice rompe il silenzio: “La notte dell’aggressione ha stravolto la mia vita”

20 Settembre 2022 - 11:40


È tornata a parlare, e lo ha fatto con un comunicato sui propri social, Kheira Hamraoui, la giocatrice del PSG vittima di un’aggressione nel novembre scorso per il quale la polizia francese, ancora in fase di indagini, ha ordinato l’arresto dell’ex compagna Aminata Diallo. Ecco quindi quanto testimoniato dalla centrocampista:

“Non dimenticherò mai quel pomeriggio del 4 novembre 2021. Mi perseguita giorno e notte. Quella notte buia che ha stravolto la mia vita personale e professionale, la mia vita di donna e di calciatrice. Quel triste pomeriggio in cui pensavo di morire quando due uomini incappucciati mi costrinsero a scendere dalla macchina. Mi hanno picchiata con una sbarra di ferro, mirando principalmente alla parte inferiore del mio corpo. Quella notte il loro obiettivo era semplice: usare la violenza per portarmi via il mio strumento di lavoro, rompermi le gambe e porre fine alla mia vita”.

“Per molti mesi mi hanno ingiustamente insultato in campo, molestato sui social network e minacciato di morte per questa faccenda. Tuttavia, ho cercato di mantenere la mia passione con tutte le mie forze e di rimanere una professionista. Questo periodo è senza dubbio uno dei più difficili della mia vita di donna e di atleta di alto livello. D’ora in poi, spero che il mio nome sia associato solo alle pagine sportive e non a quelle legali. Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino per il loro sostegno”.

TCF


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *