Brescia, Hjohlman: “Nessuna squadra al mondo ha i nostri tifosi, il mio ambientamento in Italia è stato complesso”

Hjohlman

Jenny Hjohlman, ala offensiva del Brescia Femminile, ha parlato ai microfoni del club biancoblù in occasione della rubrica “ASK Leonesse”. La svedese ha parlato del suo ambientamento in Italia, Paese in cui si trova oramai da 5 anni, e della grande tifoseria che sostiene da sempre la squadra. Queste le sue considerazioni: “La mia passione per il calcio nasce grazie ai miei 3 fratelli, che hanno tutti giocato a calcio. E’ una cosa che ho sempre voluto fare. Ho giocato con i maschi fino a 12 anni e per me è stato molto divertente. E’ una cosa che può aiutare, poi dipende sempre. Quando sei bambina è più importante divertirsi. Se ti diverti con i maschi o solo nel femminile è uguale”.

“A Brescia mi trovo benissimo, i tifosi sono una cosa che prima che arrivassi mi hanno sempre parlato bene. Quando sono arrivata non potevo mai immaginare una cosa del genere. Sono sempre qui per noi, anche in Sardegna sono venuti a sostenerci, quindi è una cosa di cui siamo molto fortunate. Nessuna squadra in Italia o al Mondo ha tifosi come noi. Sono fantastici”.

“Il mio ambientamento in Italia è stato complesso. Sono 5 anni che sono qui ed è chiaro che all’inizio sia stato un po’ difficile, perché non parlavo italiano e quindi non capivo niente. E’ stato difficile, anche stare in uno spogliatoio e non capire cosa succede intorno a te. Poi ho sempre incontrato persone che mi hanno aiutato. E’ stato difficile ma comunque una bella esperienza, se sono ancora qua è perché mi trovo bene e sono molto felice. E’ un po’ difficile ma non è per niente impossibile”.

“Non è facilissimo coniugare il lavoro e il calcio. Se lavori tutto il giorno e poi devi venire a fare allenamento dopo ci vuole un po’ di sacrificio, devi trovare energia negli allenamenti. Io personalmente quando arrivo le altre persone mi danno energia, quindi se a volte è difficile partire da casa, ogni volta che arrivo mi sento carica”.

“Il post carriera? Penso che posso avere i weekend liberi, che non ho mai avuto nella mia vita. E’ la prima cosa che mi viene in mente. Vorrei correre una maratona, non so se ne ho realmente la voglia o meno, altrimenti vorrei essere felice facendo le cose che mi danno felicità”.