News

Brescia, Dg Sbaraini: “L’obiettivo è dare vita ad uno stile riconoscibile, vogliamo alzare l’asticella”

20 Giugno 2022 - 15:40


Dopo aver annunciato attraverso i propri canali ufficiali la nuova struttura del Settore Giovanile, Pietro Sbaraini, Direttore Generale del Brescia Femminile, ha parlato delle novità in programma in vista della prossima stagione, sottolineando come la società stia cercando di alzare sensibilmente l’asticella. Queste le sue riflessioni:

“E’ importante far capire il senso e la direzione del nostro lavoro. Innanzitutto, il Brescia deve fare base a Brescia. Dobbiamo riappropriarci della nostra identità, per cui le nostre selezioni giovanili non giocheranno o si alleneranno più a Paratico o Rodengo Saiano, ma a Brescia. In particolare, e siamo particolarmente orgogliosi di questo, la Primavera e l’Under 17 si alleneranno al Centro Sportivo “Mario Rigamonti”, in concomitanza con la Prima Squadra. Questo rientra nell’ottica di far crescere sempre di più le nostre Leonessine, che avranno la possibilità di lavorare al fianco di quelle che vedono come modelli, come obiettivi da raggiungere. E darà la possibilità al nostro allenatore-manager di visionare da vicino le ragazze che per età naturalmente avranno l’opportunità, perché no, anche di fare il grande salto se le ritiene pronte o particolarmente meritevoli. L’importante, è che ci sia un indirizzo metodologico unico: dalle bambine dell’Attività di Base fino alla Prima Squadra. Solo così potremo crescere e crearci in casa le nostre future Leonesse. L’obiettivo è dare vita ad uno “stile Brescia” riconoscibile.”

“Abbiamo partecipato al bando della San Filippo SpA che mette a disposizione una gran quantità di centri sportivi nel territorio di Brescia. Quindi nelle prossime settimane vedremo quale ci sarà assegnato, ma sarà comunque non lontano dal Centro Sportivo Mario Rigamonti. Voglio in conclusione ringraziare il presidente del “Riga” Piero Bonicelli e il direttore Gene Dezzani per la collaborazione e per far sì che la loro splendida struttura possa essere la casa del Brescia Calcio Femminile. E ancora tanti progetti sono in cantiere. L’obiettivo è chiaro. Alzare l’asticella del lavoro, della professionalizzazione e del lavoro richiesto alle ragazze. Il calcio femminile sta viaggiando a velocità elevate in cima, e se noi vogliamo stare al passo abbiamo l’obbligo di proporre strutture di qualità, allenatori di qualità e una visione chiara e precisa di dove vogliamo arrivare.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *