News

Analisi TCF – Cosa si può fare per dare nuovo slancio al campionato di A?

13 Ottobre 2022 - 12:15


Cosa si può fare per dare nuovo impulso al campionato di Serie A? Ricette magiche non ne esistono. La prima sfida dovrebbe essere quella di avere un numero di tesserate pari alla crescita del movimento. Ma per ottenere questo risultato bisognerebbe permettere alle bambine che si stanno avvicinando al calcio di avere la possibilità di giocare. La domanda è in costante crescita ma quante sono le Scuole Calcio in Italia che hanno strutture adeguate per aprire alle squadre femminili? Poche, pochissime. E questo è un problema che la Divisione e la Federcalcio dovrebbero affrontare con un piano strutturale che si sviluppo in tutto il Paese.

Poi c’é la questione della comunicazione. Il campionato di Serie A ha una buona copertura televisiva ma non è sostenuto durante la settimana da programmi che accompagnino il torneo, che raccontino le grandi protagoniste di Juve, Inter, Milan, Roma, Fiorentina… La Divisione potrebbe realizzare un prodotto da proporre su La7 e al tempo stesso chiedere a patron Cairo un maggiore sostegno da parte della Gazzetta dello Sport. Se non altro nella sua versione on line. Lo stesso ragionamento dovrebbe essere fatto con le radio che si occupano durante le 24 ore di sport. Bisogna aumentare i livello di comunicazione per avvicinare o quantomeno incuriosire nuove tifose.

Sarebbe infine importante studiare insieme alle dieci società di Serie A un progetto per portare più tifosi allo stadio. Tempo fa Milena Bertolini chiese aiuto alla scuola per far giocare a calcio le bambine. Perchè non svilupparlo su un doppio binario: dare spazio al calcio nelle ore di educazione fisica e poi aprire le porte dello stadio alle ragazze con un biglietto speciale?

Ripetiamo non esistono ricette magiche per risolvere un problema che esiste. Però almeno sarebbe importante cominciare a parlarne.

TCF (2 – fine)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *